Presta Attenzione

mercoledì 16 gennaio 2019

Roberto Burioni tieni giù le mani dalla scienza!!!

stampa la pagina
In foto quella che dovrebbe essere la vera copertina del libro del mentecatto Roberto Burioni
di Vincenzo D'Anna
da Disinformazione.it

E’ notizia di ieri il varo di un improvvisato “Patto Trasversale per la Scienza”, rivolto a tutte le forze politiche, per sostenere la ricerca scientifica e contrastare la pseudomedicina. 

A confezionarlo non un politico e neanche uno scienziato, nel senso vero del termine. Il patto è tra politica di potere, quello passato (Renzi) e quello presente (Grillo), e quella parte di Accademia Italiana che da sempre è contigua al potere politico e che, per benevolenza dello stesso potere, finisce per occupare le principali Istituzioni sanitarie statali. È infatti raro che ai vertici di Aifa e dell’Istituto Superiore di Sanità si possa arrivare per concorso, titoli e meriti. L'ultimo che ci arrivò, col governo Monti (parliamo dell’ISS), fu Fabrizio Oleari, defenestrato poi dal ministro Lorenzin che indicò Walter Ricciardi, suo successore.
In quel ”Patto” tutto c’è tranne la Scienza. Seguitemi. Partiamo da Big Farma, la potentissima associazione delle industrie farmaceutiche, colosso capace di finanziare la politica attraverso associazioni, think tank, convegni e meeting. Tutto chiaro, tutto scritto nei resoconti di bilancio. A questo potere incontrastato e suadente nessuno offre più un minimo contrasto, finanche lo Stato che, imponendo l'obbligo vaccinale, assume su sé stesso gli oneri delle chiamate in giudizio per gli eventuali eventi avversi provocati dai trattamenti sanitari obbligatori. Soldi pubblici, insomma, per risarcire i danni provocati dai privati delle case farmaceutiche!! Ecco allora che chi è contiguo con gli interessi di Big Farma e con il potere politico, si ingegna per saldare e tutelare i due interessi, politico ed economico, tappando la voce del dissenso con leggi che vietino di distinguersi dalle verità della “Sanità ufficiale”, ovvero decretata da quelle istituzioni sanitarie occupate dai rappresentanti designati dalla politica. Ma non basta. Occorrono mezzi di repressione per scongiurare che la Scienza e la Ricerca indipendente, ribattezzate pseudo scienza, siano bandite da ogni luogo tacciando chiunque si proponga di capire di cosa si componga un vaccino di essere un adoratore della falsa scienza.
Leggete attentamente i punti 2 e 3 del “patto scellerato” e capirete la dimensione del bavaglio che si tenta di imporre alla libertà di dissenso. Eppure, da quando esiste, la Scienza, quella con la "S" maiuscola, mette in discussione anche sé stessa e non sta mai ferma. La Scienza cerca, dubita, s'interroga per progredire, non certo per regredire. Nei primi punti del patto si configura l'intento di impedire quella prassi che si fonda sulla conferma e/o la falsificazione di qualunque teoria o convincimento. Altro che «libere l’Arte e la Scienza» e «libero il loro insegnamento», come recita l’Articolo 33 della nostra Costituzione!!
Che c'entrano scienza e politica? I patti, quelli veri, si fanno tra scienziati su progetti di scienza, non tra scienziati e politici su questioni che non hanno alcuna attinenza con la scienza. Scienziati ed istituzioni, se proprio vogliono collaborare, lo facciano tirando fuori dai cassetti - sempre se le hanno - queste benedette analisi della farmacovigilanza, e ci dicano una volta per tutte, cosa c'è nei vaccini! Su di una scatola di Yogurt sono indicate tutte le sostanze che compongono l’alimento da ingerire, paradossalmente per un farmaco, che viene iniettato direttamente nel corpo di un bimbo, le autorità non esibiscono gli esami sulla sua esatta composizione.
Questo patto vuole mettere il bavaglio a tutti coloro che non si inchinano alla ragion di Stato ed alle verità precostituite. Negli Usa, Robert Kennedy Jr. ha smascherato la mancata farmacovigilanza sui vaccini, dimostrando che la politica seria sceglie gli interessi dei consumatori non i guadagni dei produttori. Ed è qui che deve entrare in gioco la nostra politica, evitando lo scontro ideologico tra pro-vax e no-vax, utilizzando gli strumenti per rassicurare la popolazione, intervenga finanziando studi e controlli terzi sui vaccini, accerti se funzionano i controlli di ISS ed AIFA su tutti i farmaci in commercio. Mi ripeto, in assenza di pandemie vere, si smetta con un obbligo che conculca la libertà dei cittadini di poter scegliere. L’unica teoria di gregge che risulta vera è quella della greppia, alla quale si alimentano interessi di boriosi venditori di allarmi e dei produttori di farmaci inutili e costosi. In nome di Dio tenete giù le mani dalla Scienza.
Vincenzo D'Anna, Presidente Ordine Nazionale dei Biologi
stampa la pagina

TG (SATANISTA) 5: FAKE NEWS. MENINGITE, MUORE 15ENNE ROMANO ALL'UMBERTO I: NON ERA VACCINATO?

stampa la pagina
policlinico-umberto-i-roma
Nella foto l'ospedale che ha fatto morire il quindicenne di meningite scaricando la colpa ai genitori della vittima facendo dire dai giornalai che la morte è stata causata dalla mancata vaccinazione.

Ragazzo quindicenne muore per una meningite all'ospedale dopo una terapia antibiotica... e udite udite... nel finale come contorno scaricano la colpa ai genitori sponsorizzando i vaccini dicendo... non era vaccinato


A parte che se era vaccinato oggigiorno sarebbe morto prima, ma come fanno intanto ad insinuare che il vaccino lo avrebbe salvato? 
Ma poi detto da quali giornalai? 
Quelli che non fanno nessuna inchiesta sui vaccini da quando tutti i politici si sono intascati la mazzetta della Glaxo?
Ed è cosi che un caso di malasanità dove un bambino è vittima del sistema, un sistema che pur di far vendere medicinali ci spruzza nell'aria batteri ingegnerizzati tramite scie chimiche, ci fa entrare clandestini di altri paesi senza efficaci controlli sanitari e infine un sistema che rimette in libertà dei trafficanti di virus... intorta nuovamente di prima mattina gli italiani, sfruttando la morte di un bambino mal curato all'ospedale chiedendo con il terrore la vaccinazione con vaccini sporchi e infetti in favore di criminali case farmaceutiche. 
Media di regime primari che adesso faranno straguadagnare altri pennivendoli prezzolati con una notizia inventata di sana pianta.
E' bello vincere facile, specie se la pelle è quella degli altri.
stampa la pagina

Zeolite - Elkopur 312® + Montmorillonite

stampa la pagina
Zeolite - Elkopur 312® 

ZEOLITE - ELKOPUR 312® + MONTMORILLONITE

Per 30 giorni-Elimina metalli pesanti, radioisotopi, tossine, istamina.

Elkopur 312® è un prodotto naturale studiato per disintossicare il tratto gastrointestinale e dare sollievo al fegato grazie all'eliminazione di metalli pesanti, radioisotopi, tossine ed anche alla riduzione del carico di ammonio e istamina.
Elkopur 312® si differenzia totalmente dalle altre terre minerali per le sue proprietà adsorbenti.
Contiene una miscela attivata di zeoliti (clinoptioliti) e di smectiti (montmorilloniti), le cosiddette terre medicamentose di origine minerale, che vengono utilizzate da millenni da popolazioni primitive ed anche nel mondo animale.
La funzione della zeolite è conosciuta ed è quella di assorbire le sostanze nocive (metalli pesanti, isotopi, pesticidi...), mentre la montmorillonite ha il compito di favorire l'evacuazione di tali sostanze catturate, grazie ai suoi cristalli sferici.
Ekopur 312® è l'unico prodotto sul mercato EU con questa formula.

Quando si usa ELKOPUR 312®?

Per la prevenzione, la terapia e l'accompagnamento terapeutico di tutte le forme di cure di disintossicazione per ridurre il sovraccarico del fegato, l'organo di disintossicazione più importante dell'uomo.
Assunto per via orale serve non solo per assorbire i metalli pesanti e le tossine organiche nel tratto gastro-intestinale, ma anche come terapia di accompagnamento di disturbi gastro-enterologici di origine batterica/virale.

Zeolite - Elkopur 312®




INDICAZIONI:



Legame ed escrezione di metalli pesanti

Legame ed escrezione di isotopi (radioattivi)
Riduzione dell'ammonio
Riduzione delle tossine da escrezioni batteriche e virali
Riduzione delle micotossine
Riduzione del carico di tossine da pesticidi, solventi chimici
Legame di istamina e di gas nel tratto gastrointestinale.



Come va usato ELKOPUR 312®?

Si consiglia di assumere 2-3 capsule al giorno con acqua (minimo 150 ml – 1 bicchiere abbondante per ogni capsula ingerita)
Elkopur 312 può essere assunto sia prima che dopo i pasti, non vi è molta differenza.
L’importante è distanziare almeno 1 ora se si prendono altri farmaci e/o integratori.
Si consiglia di fare dei cicli di depurazione, esempio: ciclo di 1 mese, poi intervallo di 1 settimana, e poi di nuovo il ciclo di 1 mese (secondo esigenze personali e/o consiglio di terapista). L’importante è, come in tutte le cure detox, bere molta, molta acqua.
Da non assumere contemporaneamente con altri medicamenti. Non sono noti effetti collaterali. Non sono note controindicazioni.
Durante la gravidanza e allattamento o in casi di problemi di carattere medico, consultare sempre il proprio terapista prima di assumere ELKOPUR 312®.
  • Non somministrare ai bambini in fase di crescita.
1 capsula contiene 680 mg di ELKOPUR 312 ® (ANZM: zeolite-clinoptiolite e montmorillonite naturae, attivata).
Altri ingredienti: HPCM (involucro vegetariano) cellulosa.
LE CAPSULE ELKOPUR SONO SENZA CONSERVANTI, SENZA COLORANTI E SENZA AROMI. NON CONTENGONO SALE E INGREDIENTI DI ORIGINE ANIMALE.
Il prodotto è acquistabile con uno sconto del 10% nel link a seguire. 
Buona depurazione.

Zeolite - Elkopur 312® + Montmorillonite
Per 30 giorni-Elimina metalli pesanti, radioisotopi, tossine, istamina
Voto medio su 364 recensioni: Da non perdere
€ 32,90




stampa la pagina

giovedì 13 dicembre 2018

Non c'è solo una buona ragione per evitare la vaccinazione antinfluenzale, ce ne sono 10!

stampa la pagina


10 BUONE RAGIONI per EVITARE la vaccinazione antinfluenzale.


Nel caso in cui non l'aveste notato, ogni Walmart, Walgreen e CVS nel paese è ancora una volta in modalità di paura quando si tratta di spingere i propri clienti a farsi vaccinare contro l'influenza
Ma per tutte le ragioni che i Centri statunitensi per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione (CDC) dice che gli americani dovrebbero semplicemente rotolare e prendere il vaccino stagionale, ci sono molte più ragioni scientifiche... - i seguenti 10 motivi in cima alla lista:

Uno (1) di questi è che la maggior parte dei vaccini per l'influenza è che contengono ancora mercurio neurotossico sotto forma di thimerosal
Mentre molti altri vaccini per l'infanzia hanno avuto il thimerosal per lo più rimosso dagli elenchi degli ingredienti, ad eccezione di "tracce di sangue", i vaccini per l'influenza sono tra i restanti punti fermi - anche se non c'è una quantità sicura di mercurio che possa essere iniettata nel corpo umano.
Che ci crediate o no, molti vaccini antinfluenzali contengono anche pericolosi antibiotici come la neomicina e la gentamicina (2) che possono contribuire allo sviluppo di "superbatteri" resistenti agli antibiotici. 
Questi stessi antibiotici possono anche danneggiare i batteri benefici dell'intestino di una persona, rendendoli più inclini a problemi gastrointestinali e altre forme di malattia.
Test di laboratorio indipendenti hanno dimostrato che molti vaccini antinfluenzali sono contaminati dal glifosato (3), il principio attivo principale del diserbante Roundup della Monsanto (ora di proprietà di Bayer). Il glifosato è associato all'autismo, alla sindrome dell'intestino irritabile e al linfoma non-Hodgkin ed è stato dichiarato dall'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) "probabilmente cancerogeno".
I vaccini antinfluenzali sono anche caricati con altre sostanze tossiche come l'alluminio, la formaldeide (veleno per topi), l'acido carbolico e persino l'antigelo, tutti gli adiuvanti che la scienza ha dimostrato essere altamente tossici per il corpo umano (4).

I vaccini per l'influenza non impediscono la malattia: la diffondono-

Mentre i vaccini antinfluenzali sono etichettati come un tipo di cura per la malattia, gli studi dimostrano che in realtà causano e diffondono la malattia (5). Circa l'80% delle persone che subiscono l'influenza continuano a "spargere" e a diffondere il virus per un'intera settimana dopo essere stati vaccinati.
Il cervello umano non è esattamente un fan dei vaccini antinfluenzali, in quanto gli studi dimostrano che le persone che li ottengono hanno un rischio sostanzialmente più elevato di sviluppare la malattia di Alzheimer e la demenza (6). 
Le persone che fanno i vaccini antinfluenzali hanno un rischio aumentato per dieci volte di Alzheimer, in realtà, che è dovuto agli effetti infiammatori del vaccino all'interno del corpo e del cervello.
I vaccini per l'influenza sono anche associati a una condizione neurologica mortale nota come sindrome di Guillain-Barre (7), che il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti (HHS) elenca tra i principali effetti avversi associati ai vaccini antinfluenzali.

L'HHS avverte anche che i vaccini per influenza sono inclini a causare mutazioni virali (8) che, come gli antibiotici, possono causare superbatteri resistenti agli antibiotici.

Quando si tratta del rischio generale della malattia, il rischio aumenta su tutta la linea in concomitanza con l'ottenimento del vaccino antinfluenzale (9). Ci sono stati molti casi comprovati di vaccini per influenza che causano condizioni come la mielite trasversa, la gastroparesi, la neurite brachiale e la paralisi di Bell.
Forse la cosa peggiore delle vaccinazioni antinfluenzali è che spesso non funzionano nemmeno (10). L'intera industria dell'influenza si basa su un gioco di indovinelli che cerca di predeterminare quali ceppi dell'influenza circoleranno in un dato anno - un processo che, lungi dall'essere scientifico, probabilmente somiglia meglio a un gioco di freccette che a una medicina basata sulla scienza .

Invece di prendere vaccini antinfluenzali, è meglio seguire la via naturale aumentando l'immunità attraverso la dieta e lo stile di vita. 

Per ulteriori suggerimenti utili su come rimanere in salute in modo naturale, assicurati di dare un occhio su  Vivereinmodonaturale.com .

Puoi anche saperne di più sui pericoli dei vaccini per influenza visitando FluShotNews.com .

Le fonti per questo articolo includono:



Lo staff di Vivere in modo naturale per un naturale rafforzamento del sistema immunitario consiglia questi prodotti:

B-Genom DNA - 60 Compresse
integratore alimentare di vitamine del complesso B
Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere
€ 18,90

Vitamina C Plus - Integratore di Vitamina C e Boflovanoidi Vegetali
Integratore alimentare a base di vitamina C e bioflovanoidi vegetali
Voto medio su 14 recensioni: Da non perdere
€ 21,51

The Guardians - Integratore di Pycnogenol®, Rosa canina, Vitamina B2, Vitamina E, Vitamina A, Vitamina C, Zinco, Rame e Selenio
Integratore alimentare a base di vitamine e minerali e con piante ad azione antiossidante
Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere
€ 28,80

Complesso di Vitamine B con Vitamina C
Per ridurre stanchezza e affaticamento e migliorare il funzionamento del sistema immunitario
Voto medio su 17 recensioni: Buono
€ 16,30

Vitamina E Complex - Integratore di Vitamina E, Spirulina, Olivello spinoso e Acai in Capsule
Protezione antiossidante, benessere cutaneo, protezione cardiovascolare, benessere respiratorio, protezione cerebrale contro i danni dell’invecchiamento
€ 19,20

Osteo Supplement - Integratore a base di Calcio, Magnesio, Zinco, Manganese, Rame, Boro, Vit. D3 e Vit. K2 Voto medio su 5 recensioni: Buono
€ 46,00

Termokolina - Integratore Alimentare a base di L-Carnitina, Cromo, Selenio, Zinco in Bustine
€ 29,00

Funghi Sinergy - Super Miscela
Reishi, Cordyceps, Maitake, Shiitake, Chaga, Royal Sun Agaricus.
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 42,90

Tè Nero - Elegant English Breakfast
Tè nero biologico Nam Lanh
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 4,99

Tè Nero al Gusto Russo Bio - Filtri
Tè Nero, Scorza d’Arancia, Grani di Fibra Solubile, Mandarino e Pompelmo, O.E. Bergamotto e Arancio Amaro.
€ 15,65

Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo è stato tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.

Fonte: https://www.vivereinmodonaturale.com/2018/12/non-ce-solo-una-buona-ragione-per.html
stampa la pagina

lunedì 12 novembre 2018

Morbillo, a Bari il procurato allarme…a mezzo stampa

stampa la pagina

Il TG2 (delle ore 13) e il TG1 Rai (delle ore 13:30) ma anche altri organi di stampa, hanno diffuso con grande risalto la notizia pubblicata oggi su “La Gazzetta del Mezzogiorno“di una “epidemia di morbillo“, comunicando che ci sarebbero 8 casi già accertati nell’ospedale pediatrico “Giovanni XXIII” di Bari. Il “contagio”, viene ribadito nei vari servizi, potrebbe essere stato innescato dal figlio di genitori “no-vax“.

“Il focolaio epidemico – si legge nell’articolo – sarebbe scoppiato, a quanto pare, anche per via della tardiva applicazione dei protocolli previsti dalla legge”. Insomma: una bambina di 10 anni, figlia di genitori anti-vaccinisti, potrebbe aver innescato una catena di contagi. Che ha riguardato anche un bimbo di 11 mesi, ricoverato nello stesso reparto del nosocomio barese per otite e ora alle prese con una malattia molto grave.

A stretto giro è arrivata la precisazione di Cinzia Germinario, responsabile dell’Osservatorio epidemiologico della Regione Puglia, secondo la quale non ci sarebbe “nessun allarme epidemia di morbillo in Puglia”. “Basta il ricovero di un bambino, come accaduto in questo caso, per innescare una normale catena di contagio tra i non vaccinati perché il morbillo è una patologia altamente contagiosa” ha proseguito assicurando che “la situazione non è preoccupante”. Ma proviamo a fare chiarezza. Con il termine epidemia, dal greco epi dêmos, letteralmente “sopra il popolo”, s’intende una malattia che colpisce un numero di individui significativamente superiore rispetto all’atteso, in una determinata popolazione e in un determinato lasso di tempo. L’endemia è la condizione di una malattia costantemente presente nelle condizioni di cui sopra. Il morbillo (dal latino medievale morbillus, vale a dire piccola malattia) è una patologia infettiva assai comune, normalmente benigna, superabile senza alcuna conseguenza deleteria e, anzi, conseguendone un’immunità a vita. L’Istituto Superiore di Sanità è chiaro in proposito: “Una volta contratto, il morbillo dà un’immunizzazione teoricamente definitiva, quindi non ci si ammalerà più per l’intera durata della vita”. La sua presenza costante nella popolazione rientra a buon diritto nella condizione di endemia. La sua morbilità segue l’andamento comune delle malattie infettive (vedi grafico relativo alla morbilità e alla mortalità per morbillo in USA) e, dunque, è estremamente altalenante.

Nel 2017 i casi registrati in Italia sono stati circa 4.000, cioè, in maniera approssimativa, un caso ogni 150.000 abitanti. Negli anni Novanta si sono raggiunti anche i 30.000 casi/anno (considerando la popolazione di allora, un caso oltre meno di 20.000 abitanti) senza che questo costituisse allarme e, anzi, rientrando nella più assoluta normalità. L’articolo Il MORBALLO ovvero l’epidemiologia del morbillo in Italia del prof. Paolo Bellavite(Università di Verona) è documentato ed esplicativo in tal senso.

Insomma, è fin troppo evidente, numeri alla mano, che è impossibile parlare di “epidemia”, non essendo stato rilevato alcun numero di casi che esorbiti dalla più assoluta normalità per una malattia che, comunque, è endemica. È altrettanto evidente che non esiste la minima prova che il “focolaio” sia stato originato da una bambina ammalata, non fosse altro perché in una città che conta 323.370 abitanti (dati ISTAT del 1° gennaio 2018), capoluogo di una provincia con 1.264.000 abitanti e di una regione con oltre 4 milioni di abitanti, un “untore” è quanto meno difficile da individuare. Il fatto, poi, che la famiglia della bambina accusata sia “no-vax” non ha la minima rilevanza, se non come indice di una modalità d’informazione volutamente insinuante. 

La recente epidemia di morbillo che ha colpito la Mongolia (97% di copertura vaccinale) ha interessato quasi esclusivamente i vaccinati. Potrà essere interessante consultare i dati OMS relativi al morbillo in Ucraina: nel 2010 i casi furono 39 con una copertura del 56%, e furono 12.744 due anni dopo quando la copertura era salita al 79%. Nel 2016 i casi furono 90 con il 42% di copertura e l’anno seguente, con una copertura dell’86%, i casi toccarono i 4.782. Ma tutti i dati sono concordi a mostrare come la copertura vaccinale non abbia mai comportato una diminuzione della morbilità, dimostrando, anzi, il contrario.

Le fonti d’informazione citate hanno omesso di comunicare, comunque, se i casi registrati a Bari siano stati a carico di soggetti trattati da vaccino, se i soggetti colpiti fossero affetti da altre patologie e, soprattutto nel caso del TG2, hanno fatto passare l’idea che il morbillo comporti necessariamente effetti gravissimi, quando l’Istituto Superiore di Sanità pubblica “Il morbillo non ha sintomi gravi” e “Le complicazioni sono relativamente rare”.  Insomma, se ciò che comunica l’Istituto di Sanità è credibile, è impossibile non domandarsi quali e quanti effetti gravi ci si possano attendere da 8 casi. In definitiva, appare evidente come sia gli articoli dei quotidiani sia i servizi della televisione di stato tendano a procurare un allarme presso la popolazione a dir poco privo di un qualunque fondamento.

stampa la pagina